A.N.F. CIVIDALE

Associazione Nazionale del Fante - Sezione di Cividale del Friuli "Col. Pietro Benatti"

Questo sito NON contiene cookie.

La Sezione di Cividale del Friuli dell'Associazione Nazionale del Fante, dal 19 maggio 2018 dedicata al Colonnello Pietro BENATTI, dedica questo sito web a tutti coloro che hanno prestato il Servizio Militare in uno dei Reparti di stanza in Cividale nel periodo della Guerra Fredda e, in generale, a tutti i Soldati d'Italia.

Cosa ci facevamo lì? - La "Guerra Fredda!"

Nel secolo scorso si combatté una guerra che è stata definita la terza guerra mondiale: causò numerose vittime, anche se pochi sapevano quello che sarebbe potuto succedere, infatti, se fosse stata combattuta con tutte le armi possibili avrebbe portato alla fine dell'umanità, perché tutte le grandi potenze, URSS e USA su tutte erano già pronte a sganciare le bombe atomiche.
É stata una delle guerre più assurde che si siano mai combattute, forse la guerra più importante della storia e ha rischiato di mettere fine al mondo come lo conosciamo.
La "guerra fredda" non fu una guerra nel vero significato della parola, con l'utilizzo della forza militare e con scontri armati, fu tuttavia molto più complessa ed articolata. É durata oltre quarant'anni, dalla fine della seconda guerra mondiale nel 1945 alla caduta del muro di Berlino e al conseguente crollo dell'URSS, avvenuto nel corso del 1990.
Fu caratterizzata da una fortissima tensione tra le forze contendenti, gli USA (usciti vincitori) e l'URSS. La seconda guerra mondiale durò dal 1939 al 1945; dall'invasione tedesca della Polonia alla resa del Giappone in seguito alle bombe atomiche sganciate dagli aerei americani sulle città di Hiroshima e Nagasaki. Come noto vinsero le forze Alleate, (americani, inglesi, russi e francesi); Germania e Italia furono sconfitte e ridotte in miseria. Il bilancio finale fu di 55 milioni di morti o dispersi tra soldati e civili.
Due paesi ne uscirono veramente vincitori politicamente ed economicamente: USA e URSS.
Nel corso degli anni crearono due blocchi opposti per idee e sistemi economici: il blocco occidentale e il blocco comunista. Il blocco occidentale, composto da tutti i paesi dell'Europa occidentale (esclusi Svizzera e Irlanda) con l'aggiunta del Canada, era sotto il controllo USA; nel 1949 costituirono la NATO, North Atlantic Treaty Organisation, ovvero una coalizione militare di difesa.
Il blocco comunista (sotto controllo URSS), diede vita al Patto di Varsavia (antagonista della NATO), al quale parteciparono tutti i paesi dell'Europa orientale ad eccezione di Austria e Jugoslavia.
Per affermare il completo predominio di una sull'altra, le due superpotenze entrarono in competizione all'interno di vari ambiti: il principale fu quello militare, nel quale i due paesi cercarono di sopravanzarsi a vicenda per potenza militare, facendo così crescere esponenzialmente le spese statali.
Dal punto di vista militare ci furono alcuni conflitti che videro USA e URSS partecipare come protagonisti indiretti: i principali furono la guerra di Corea, combattuta dal 1950 al 1953 conclusasi con due milioni di morti senza aver risolto nulla; la "crisi di Cuba" (1961-1962) che rischiò di trasformarsi in una guerra nucleare che fortunatamente si risolse in modo incruento; la Guerra del Vietnam (1960-1975) che sancì una delle più brutte sconfitte mai subite dagli americani che pur disponendo di un arsenale militare enorme, non riuscirono a far fronte ai guerriglieri vietnamiti e persero.
Un altro enorme capitale finanziario fu impegnato nella ricerca spaziale e aeronautica dove ebbero grande ruolo le spie (lo dimostra il fatto che moltissimi aerei URSS dell'epoca sono stati spudoratamente copiati da quelli USA); inizialmente l'URSS sembrò avere la meglio, mandando per prima degli esseri viventi nello spazio e nel 1961 anche un uomo, l'astronauta Yuri Gagarin. Nel 1969 gli USA furono i primi a mettere piede umano sulla Luna, assestando un duro colpo all'Unione Sovietica.
Altro campo di battaglia fu la propaganda politica a favore dei valori dettati dai rispettivi governi, e gli oppositori a queste idee furono in entrambi gli stati duramente puniti e perseguitati.
La guerra fredda si concluse formalmente con la caduta dell'URSS, ma ebbe l'incipit nel 1989 quando il muro di Berlino (eretto nel 1961 per impedire al flusso di persone che volevano trasferirsi nella parte Ovest della città, più ricca e democratica, di abbandonare la zona Est) fu distrutto dalla popolazione che vedeva ormai imminente la caduta del regime sovietico. Da allora nell'URSS cominciò una lenta ma inesorabile crisi che portò al fallimento del regime comunista in Russia.

In mezzo a tutto questo c'eravamo anche noi; a difesa dei confini della Patria che erano anche parte dei confini del blocco occidentale (NATO).